Gilead
bandigilead.it

Stefano Vella

Stefano Vella

Commissario Area HIV, Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Posizioni lavorative

  • Luglio 2019 - oggi: Professore aggregato, Salute Globale, Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC), Roma
  • Luglio 2019 - oggi: Professore aggregato, Metodologia della Ricerca Clinica, Università di Roma Tor Vergata
  • Gennaio 2020 a 2027: Delegazione Italiana, Horizon Europe, Cluster Salute, Commissione Europea, Bruxelles
  • 2017-30 giugno 2019: Direttore, Centro Nazionale per la Salute Globale, Istituto Superiore di Sanità, Roma
  • 2017-agosto 2018: Presidente, Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)
  • 2003-2016: Direttore, Dipartimento del Farmaco, Istituto Superiore di Sanità, Roma
  • 1982-1992: Ricercatore confermato, Istituto di Clinica Medica, Università La Sapienza, Roma
  • 1981-1982: em>Associate Scientist, University of Pennsylvania, Philadelphia, USA

 

Istruzione e formazione

  • 1970 - “Baccalaureat”, Liceo Chateaubriand, Scuola Statale Francese, Roma
  • 1977 - Laurea in Medicina e Chirurgia (con lode) - Università La Sapienza, Roma
  • 1982 - Specializzazione in Malattie Infettive (70/70)
  • Specializzazione in Medicina Interna (70/70)

 

Docenze, cariche istituzionali, pubblicazioni, onorificenze

  • Titolare di insegnamento nella Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, Università Cattolica, Roma
  • Titolare di incarico di insegnamento del modulo su Metodologia della ricerca clinica, Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie (Università di Roma, Tor Vergata) (2018, 2019, 2020, 2021)
  • Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco, AIFA (maggio 2017-agosto 2018)
  • Autore o coautore di oltre 350 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali ad alto impact factor (H-Index 50; citazioni > 16.000)
  • Cavaliere della Repubblica (2006)
  • Commendatore della Repubblica (2018)

 

Attività clinica, Attività di direzione di strutture organizzative complesse, Expertise in campo farmaceutico

  • Stefano Vella (SV) è medico e ricercatore. Ha lavorato per oltre trent’anni in Istituzioni pubbliche italiane, dall’Università “la Sapienza” (1978-1992) all’Istituto Superiore di Sanità (ISS) (1993 - 2019).
  • Dal 1978 al 1992, SV ha lavorato come ricercatore con compiti assistenziali presso la Clinica Medica III del Policlinico Umberto I° di Roma, Università La Sapienza, iniziando sotto la Direzione del Professor Giuseppe Giunchi, dove ha acquisito una estesa esperienza di gestione clinica di malattie internistiche e infettive, ed esperienza di laboratorio, nel campo della virologia clinica. Dal 1978 al 1991 ha anche prestato la sua opera di medico di medicina generale del SSN.
  • Nel 1992, SV ha vinto un concorso a Dirigente di Ricerca presso l’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Fino al 2003 ha diretto il Reparto HIV/AIDS del Laboratorio di Virologia. Nel 2003 è stato nominato Direttore del Dipartimento del Farmaco.
  • Dal 1 gennaio 2017 a giugno 2019, SV ha diretto il Centro per la Salute Globale dell’ISS.
  • SV ha complessivamente guidato oltre 300 unità di personale. Le strutture da lui dirette hanno coniugato attività di ricerca e attività istituzionale di consulenza per il Ministero della Salute, per diverse Agenzie Regionali, Nazionali e Internazionali e per altre Istituzioni del Paese, con una vocazione naturalmente multidisciplinare.
  • Le attività sia del Dipartimento del Farmaco che del Centro per la Salute Globale diretti da SV hanno spaziato in diversi ambiti della patologia umana, dalle malattie infettive, alle malattie cardiovascolari e dismetaboliche, all’oncologia, alle malattie neurodegenerative e psichiatriche, con un approccio multidisciplinare, integrato e indipendente (dalla ricerca di base, a quella traslazionale fino alla ricerca applicata). Per quanto riguarda l’attività istituzionale di valutazione, controllo e consulenza, il Dipartimento del Farmaco, oltre ad ospitare la Segreteria della Commissione per la sperimentazione clinica di Fase I, la Segreteria della Farmacopea Italiana ed Europea, e l’ Osservatorio Fumo, Alcool, Droga, sotto la Direzione di SV ha prodotto pareri e attività di consulenza e controllo su: sperimentazione animale; procedure europee di AIC con Italia Paese di Riferimento e Assessment Reports per l’autorizzazione all’immissione in commercio dei medicinali (AIC); Linee Guida nazionali ed europee sui farmaci; programmi di formazione per gli operatori sanitari e di informazione al cittadino; attività di Farmacosorveglianza e Farmacovigilanza; su mandato dell’AIFA, controlli sulla qualità dei medicinali di origine chimica (programma annuale di controllo, controlli per difetti/corpi estranei e reazioni avverse) e su mandato del Ministero della Salute, sulla sicurezza dei presidi medico-chirurgici, dei prodotti a base di sostanze naturali e dei prodotti cosmetici. Ha contribuito alle attività del gruppo di lavoro sui farmaci contraffatti (IMPACT ITALIA: ISS, AIFA, Ministero della Salute, NAS) ed è stato presente in numerosi commissioni del Ministero della Salute, dell’AIFA e di altre agenzie nazionali e regionali, in diverse commissioni dell’European Medicines Agency (EMA) e di numerosi organismi internazionali (OMS, UNAIDS, Global Fund, EMEA, OCSE, Consiglio d'Europa). Il Dipartimento ha anche svolto un'intensa attività di vigilanza sul doping e verifiche ispettive ai laboratori regionali antidoping.
  • SV ha coordinato numerosi progetti sia in ambito nazionale che europeo, in settori infettivologici (HIV/AIDS ed Epatiti Virali), internistici e di Sanità Pubblica (Sistemi Sanitari, Medicina di Genere, Polimorbidità, Malattie Croniche), con particolare riguardo alle diseguaglianze di accesso alla salute per le popolazioni fragili e marginalizzate.
  • SV è stato coordinatore o partner di numerosi progetti di Programmi Quadro di Ricerca Europei (FP6, FP7, H2020). Attualmente partecipa a tre grandi progetti europei H2020 (innovazione nei sistemi sanitari; malattie croniche, cura dell’infezione da HIV).
  • SV ha anche diretto numerosi programmi di ricerca operazionale e intervento in Africa e altri Paesi a risorse economiche limitate, in collaborazione con le Autorità Sanitarie dei diversi Paesi (Uganda, Etiopia, Malawi, Tanzania, Angola) e con l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.
  • SV è stato membro di commissioni del Ministero della Salute, dell’AIFA e di altre agenzie nazionali e regionali, e di diverse comitati di istituzioni internazionali (European Medicines Agency - EMA, OMS, UNAIDS, Global Fund, EMEA, OCSE, Consiglio d'Europa, e ha ricoperto incarichi per i quali ha, di volta in volta, rappresentato il Governo, il Ministero della Salute, il Ministero degli Affari Esteri, Il Ministero della Ricerca e dell’Università.
  • SV è stato membro delegato dalla Presidenza dell’Istituto Superiore di Sanità della Commissione Tecnico Scientifica dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).
  • Dal 2004 fino al 2008, ha fatto parte dello Scientific Advice Working Group (SAWG) dell’ Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), Londra, dove ha acquisito una vasta esperienza sugli aspetti scientifici e normativi relativi allo sviluppo clinico dei farmaci, in diverse aree di patologia umana, dalla fase preclinica alla fase III/IV.
  • SV ha ideato, diretto o partecipato a oltre 15 trial clinici randomizzati e controllati, nazionali e internazionali, pubblicati su riviste internazionali ad alto impact factor, e ha coordinato diversi studi osservazionali in ambito infettivologico.
  • Nel corso dei 15 anni di direzione di Dipartimento, e, successivamente, di Centro, SV ha gestito oltre 300 progetti, sia in ambito nazionale che internazionale, per un valore finanziario di oltre 125 milioni di euro.
  • Dal mese di Aprile 2017 a giugno 2018, ha ricoperto la carica di Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). Oltre a guidare il CDA, che, come prescritto dalle disposizioni di legge istitutive dell’AIFA, ha responsabilità di controllo sugli atti di sua competenza, inclusa la parte finanziaria e la redazione del Bilancio, SV si è occupato delle relazioni istituzionali dell’Agenzia con il Governo, il Parlamento, le società scientifiche, le associazioni di categoria, l’industria e le associazioni di pazienti.

 

Attività nel settore della salute globale e della cooperazione internazionale

  • Attività di ricerca sulle grandi pandemie globali e attività dirette a promuovere l’accesso universale alle cure
    SV ha iniziato a lavorare nel campo dell’infezione da HIV dal momento della comparsa dell’epidemia nei Paesi occidentali. Inizialmente in qualità di medico, prendendosi cura dei pazienti nell’ambito della sua decennale attività clinica nella Clinica Medica del Policlinico Universitario Umberto I°. Dal 1993, anno del passaggio all’Istituto Superiore di Sanità, ha sviluppato un’importante mole di ricerca di base e clinica, riconosciuta a livello internazionale, e testimoniata da numerose pubblicazioni su riviste indicizzate ad alto impact factor e dagli incarichi ricevuti, guidando studi sulla patogenesi dell’infezione da HIV, e numerosi trial clinici internazionali, alcuni dei quali hanno influenzato lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche. E’ stato quindi co-autore delle prime Linee-Guida internazionali sulla terapia dell’AIDS, che hanno introdotto il concetto di triplice terapia (JAMA, 1996) e indotto l’importante e straordinaria diminuzione della morbidità e della mortalità per AIDS nei Paesi occidentali.
    Nell’anno 1998, grazie al riconoscimento internazionale del suo contributo scientifico e della sua attività di lotta alle diseguaglianze, è stato eletto Presidente dell’International AIDS Society (https://www.iasociety.org). In questa veste, ha potuto rendersi conto delle intollerabili diseguaglianze di accesso alle cure tra Paesi ricchi e Paesi in via di Sviluppo, e si è quindi impegnato attivamente per promuovere l'accesso universale al trattamento per l’AIDS. Il contributo forse più importante della sua Presidenza è stato portare in Africa la grande Conferenza sull'AIDS (Durban, Sud Africa, 2000), che invece veniva sempre organizzata nei Paesi ad economia avanzata. Questo evento, il primo svoltosi in Africa, viene oggi considerato una pietra miliare nella lotta contro le diseguaglianze nell’accesso alle cure per l’AIDS, e momento di inizio del percorso mirato a raggiungere l’accesso universale a cura e prevenzione per altre malattie globali.
  • Lotta alle diseguaglianze di Salute
    SV dirige, dal 2017, all’interno dell’Istituto Superiore di Sanità, il Centro Nazionale per la Salute Globale, Il Centro Nazionale per la Salute Globale svolge attività di ricerca, sia nei paesi economicamente sviluppati che in quelli meno sviluppati, applicando le conoscenze della medicina e della biologia moderne alla salute di tutte persone che vivono sul territorio nazionale e nel mondo, con una filosofia generale basata sul contrasto alle diseguaglianze di salute, sulla lotta alle discriminazioni di genere, e un'attenzione particolare alle popolazioni più fragili e marginalizzate; lavora per contribuire, insieme ad altri attori nazionali e internazionali, a combattere le disuguaglianze nell'accesso alla salute, in Italia e nel mondo, attraverso attivita' di ricerca fondamentale, clinica e operativa, ricerca sui sistemi sanitari, progetti di cooperazione internazionale, attività di formazione, advocacy e networking.
    Il Centro collabora con le Organizzazioni multilaterali delle Nazioni Unite che si occupano di salute (OMS, UNDP, WORLD BANK, UNAIDS, UNICEF, UNICHRI), con le grandi Istituzioni nazionali (Ministero della Salute) e internazionali, come il Global Fund, con le organizzazioni non governative, con le comunità e le associazioni di pazienti, con l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo e il Ministero Affari Esteri, con le strutture che fanno ricerca sulla Salute Globale a livello Nazionale, Europeo e Internazionale, e con le competenze presenti all’interno dell’Istituto Superiore di Sanità sulle grandi patologie - infettive e non-infettive - le malattie rare e neglette, l’epidemiologia ambientale, la sicurezza alimentare.
    Il Centro, tra le diverse attività, coordina un grande progetto europeo sul contrasto alle diseguaglianze di Salute [Joint Action on Health Equity Europe - JAHEE - Joint Action Grants (HP-JA). SV è membro del Coordinamento del Progetto Europeo TO-REACH, sull’innovazione dei Sistemi Sanitari.
  • Attività con Organizzazioni delle Nazioni Unite
    Nel 2001, SV è stato invitato a parlare alla Sessione Speciale delle Nazioni Unite sull’AIDS (UNGASS - New York, giugno 2001), evento che ha dato il via al grande progetto per l’accesso alle cure per le malattie della povertà nel Sud del Mondo e fatto nascere il Global Fund.
    Nel 2001, ha presieduto il primo “WHO/UNAIDS/IAS Consultative Meeting In Antiretroviral Therapy in Resource Poor Settings” e il “WHO/ISS/IAS International Consultation on Global Monitoring Antiretroviral Resistance (2000)” ed è stato Chairman delle prime Linee-Guida WHO sulla terapia antiretrovirale.
    Nel 2013 è stato Chairman delle nuove Linee-Guida WHO per il trattamento dell’infezione da HIV ed ha partecipato alla stesura delle linee-guida 2016.
    E’ attualmente Consulente scientifico dello UNAIDS (Joint United Nations Program to fight AIDS) di UNITAID e di Medicines Patent Pool..
  • Attività nell’ambito del Fondo Globale per la lotta a AIDS, Tubercolosi e Malaria
    SV stato Membro del Technical Review Pnel (TRP) [4° e 5° round, 2004-2005], del Fondo Globale per la lotta all'AIDS, la tubercolosi e la malaria (GFATM, Ginevra).
    Nel 2005-2006, è stato membro del Board in rappresentanza dell’Italia, a quel tempo tra i donatori più importanti del Fondo ed è attualmente consulente del MAECI per la “constituency” di cui fa parte l’Italia.
    In qualità di Presidente per l’Italia dell’associazione Friends of the Global Fund Europe ha facilitato la realizzazione di diversi incontri tra la delegazione del Fondo Globale e il Parlamento Italiano per discutere dell’impegno italiano nel quinto replenishment del Fondo Globale.
    SV ha inoltre contribuito a redigere importanti atti della Camera dei deputati e un atto di sindacato ispettivo al Senato della Repubblica per impegnare il Governo italiano a formalizzare, in occasione della sessione finale della quinta Conferenza di rifinanziamento del Fondo globale un significativo rafforzamento dell'impegno dell'Italia per il triennio 2017-2019 che si sono poi concretizzati con l’impegno italiano verso il Fondo Globale per il 2017-19 di 140 milioni di Euro, un incremento del 40% rispetto al precedente contributo italiano.
    Infine, SV ha realizzato – in collaborazione con Global Fund e la Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) del Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, diversi High Level Meeting annuali (2015-2016-2017) sull’impegno italiano per la salute globale e il Fondo Globale. L’evento del 2016 – che ha visto tra gli altri la partecipazione di Bill Gates - in particolare è stato di particolare rilevanza in quanto il Governo Italiano attraverso il Ministero degli Affari Esteri Italiano, ha dichiarato in quella occasione il proprio rinnovato impegno e incremento finanziario verso il fondo per il triennio 2017-19
  • Attività come vice-chair del Board dell’EDCTP
    SV ha partecipato, fin dall'inizio, alla costruzione dell’ EDCTP (European & DEveloping Countries Clinical Trial Partnewrship). L’EDCTP, è il partenariato europeo finanziato dalla Commissione Europea all’interno di Horizon 2020, che valuta e finanzia studi e interventi nei paesi in via di sviluppo per HIV, tubercolosi, malattie neglette. I membri del Board dell’EDCTP sono prevalentemente le grandi agenzie di cooperazione europee e istituzioni di Sanità Pubblica e Ricerca di 15 Stati membri europei e di 15 Stati Africani.
  • Attività in ambito di Organizzazione dei Sistemi Sanitari
    SV ha acquisito negli anni una specifica esperienza nel settore dell’organizzazione dei Sistemi Sanitari, sia a livello europeo che a livello internazionale.
    E’ co-coordinatore di due grandi progetti europei sull’organizzazione dei Sistemi Sanitari (TO REACH - www.to-reach.eu) e sul contrasto alle malattie croniche (http://www.foresight-fresher.eu)
  • Attività riguardante il fenomeno migratorio
    Il Centro per la Salute Globale diretto da SV ha in corso grandi progetti Europei che riguardano la Salute dei migranti:
    • SV ha partecipato alla stesura delle “Linee guida sulla tutela della salute e l’assistenza socio-sanitaria alle popolazioni migranti”, in collaborazione con l’INMP e la SIMM.
  •  

  • Progetti Operativi in Africa
    SV ha diretto numerosi interventi nei Paesi in Via di Sviluppo. Importanti elementi di quest’attività comprendono i primi studi sulla trasmissione maternofetale in Africa (1995), i lavori collaborativi con il Progetto Dream e la Comunità di Sant’Egidio in Mozambico e Malawi (focalizzando la propria attività sulla Salute materna e infantile) e la realizzazione di ricerche operazionali in diversi Paesi Africani, tra cui l’Uganda e l’Etiopia.
    In particolare, segue direttamente da oltre 7 anni il Progetto “CASA” finanziato inizialmente dal Ministero della Salute e successivamente dall’ Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Il progetto, localizzato in Tigray (Etiopia) è svolto in collaborazione con il Tigrai Health Bureau fornendo assistenza tecnica al governo locale nell’organizzazione delle cure integrate per HIV/AIDS, tubercolosi e malattie croniche in diversi ospedali e health centers rurali. Di particolare rilevanza per questo progetto, che ha anche una importante parte di training e formazione degli operatori sanitari, è la partecipazione attiva delle associazione dei pazienti, introducendo per la prima volta in etiopia i modelli differenziati di cura.
    Da oltre 20 anni, il gruppo diretto da SV svolge un’attività sul campo, in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio. Dapprima in Mozambico e attualmente in Malawi. Il Centro per la Salute Globale diretto da SV, ha recentemente ottenuto un contributo importante da parte dell’AICS per la proposta di progetto "Prevenzione della trasmissione materno-infantile dell’HIV in Malawi: analisi dell’aderenza materna ai programmi e salute infantile nel primo anno dal parto” all’interno del bando per il finanziamento di iniziative sinergiche proposte da Organizzazioni della Società Civile, università ed Enti pubblici di ricerca nel quadro del Technical Support Spending al Fondo Globale per la lotta all’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria – iniziativa 5%. All’interno del medesimo bando di finanziamento il Centro Nazionale Salute Globale è partner della ONG CUAMM per un progetto finanziato da AICS dal titolo "Stop TB e TB/HIV in Angola: Migliorare l’Accesso alle cure per la TB e HIV potenziando la qualità diagnostica e la gestione dei pazienti nella Provincia di Luanda” per il quale il Centro Nazionale per la Salute Globale di ISS fornirà assistenza tecnica nell’ambito della ricerca operativa e del rafforzamento della raccolta dati epidemiologici e in particolare garantirà la presenza in loco di personale specializzato su raccolta dati, sorveglianza epidemiologica, rafforzamento del sistema informativo in ambito TB/HIV e malattie infettive.

 

Incarichi Istituzionali in ambito nazioanle ed internazionale

  • Selezione dei principali incarichi nazionali
    • Delegato del Presidente dell’ISS, Commissione Tecnico Scientifica, AIFA
    • Delegato del Presidente dell’ISS, Commissione Sperimentazione Clinica
    • Esperto del Panel per la Valutazione della Qualità della Ricerca, Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca - MIUR
    • Membro, Commissione Nazionale AIDS
    • Membro, Comitato Etico, Istituto Superiore di Sanità
    • Esperto, Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS), Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
    • Direttore, Area Malattie Infettive e Immunologia - Consiglio Nazionale delle Ricerche
    • Rappresentante dell’ISS al Tavolo Inter-Istituzionale per la Cooperazione allo Sviluppo, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione
    • Comitato Scientifico, Human Technopole
    • Presidenza dell’AIFA (2017-2018)
    • Titolare dell’incarico di insegnamento del corso sulla metodologia della ricerca clinica, per il Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie (Università di Roma Tor Vergata).
  • Selezione dei principali incarichi internazionali
    • Presidente, International AIDS Society, Ginevra (2000-2002)
    • Co-Chair, Conferenza Mondiale sull’AIDS, Durban, Sud-Africa) 2000
    • Official Speaker, UNGASS, Nazioni Unite, NEW York, 2001
    • Chair, Conferenza Mondiale sull’AIDS, Barcellona, Spagna (2002)
    • Membro, Delegazione Italiana, Comitato di Programma (Health), VII° Programma Quadro Europeo di Ricerca (2007-2013) e Horizon 2020 (2013-2020), Commissione Europea, Bruxelles
    • Membro, Scientific Advice Working Group (SAWG) - European Medicines Agency EMA, Londra (2004- 2007)
    • Chair, Gruppo di lavoro per la definizione delle prime Linee Guida di trattamento dell’infezione da HIV/AIDS (2000) - Organizzazione Mondiale della Sanità - OMS, Ginevra
    • Rappresentante Italiano e vice-chair del Board, Programma europeo per la ricerca clinica nei paesi in via di sviluppo (EDCTP) – (2015-2017), Commissione Europea, Bruxelles
    • Co-Presidente, insieme a Francoise Barrè Sinoussi, premio Nobel per la medicina, dello Scientific Advisory Board, Agenzia Francese per la Ricerca su HIV/AIDS e le Epatiti Virali (ANRS), Parigi (dal 2013)
    • Chair, Clinical Panel for the revision of antiretroviral guidelines - WHO (2013)
    • Core Group, Panel for the revision of antiretroviral guidelines, WHO (2016)
    • Co-Chair, IAS Conference on HIV Pathogenesis, Treatment and Prevention (Roma, 2011)
    • Membro del Technical Review Panel (TRP), Global Fund to fight Tuberculosis, AIDS and Malaria, (2004-2005)
    • Rappresentante dell’Italia e Membro del Board - Global Fund to Fight AIDS, Tuberculosis and Malaria, Ginevra (2006-2007), in rappresentanza dell’Italia
    • Esperto, Comitato di Revisione Internazionale di Progetti di Ricerca, dei National Institutes of Health, NIH, USA; dell’Ufficio Svizzero di Sanità Pubblica; dell’Università di Amsterdam; del Ministero della Salute Francese.
    • Membro, AIDS Clinical Trial Group - Research Agenda Committee, NIAID, NIH, USA (2000-2004) e (2019 -->)
    • Program Coordinating Board (PCB), UNAIDS (2000-2004)
    • Presidente (2000-2002), International AIDS Society (IAS), Ginevra
    • Vice-Presidente, Friends of Global Fund Europe (dal 2014)
    • Revisore dei Progetti Internazionali, UNITAID, Geneva
    • Esperto, Medicines Patent Pool, Ginevra
    • Membro dello Scientific and Technical Advisory Committee (STAC), UNAIDS, Ginevra
    • Membro del Panel di Esperti del G7 Salute, con particolare riguardo all’impatto dei cambiamenti climatici sulla salute dell’uomo
    • Membro del Comitato Scientifico del Premio Galeno

 

Pubblicazioni

SV è autore o co-autore di oltre 350 pubblicazioni, in larga parte su riviste internazionali ad alto impact factor, tra cui: New England Journal of Medicine, Lancet, British Medical Journal, Annals of Internal Medicine, JAMA, Journal of Infectious Diseases. E’ revisore di numerose riviste internazionali, tra cui Lancet, Science, Journal of Infectious Diseases, Jama, PLOS, ed è membro di numerosi Editorial Boards, tra cui AIDS, Antiviral Therapy, AIDS, Journal of AIDS (di cui è co-editor). E' stato revisore ufficiale dell’Edizione italiana del New England Journal of Medicine e membro del Board Editoriale dell'edizione italiana di Lancet.
  • Citazioni: 17100
  • H-Index: 55
  • Publicazioni: 316
  • Web of Science Publications:316

 

Attività pubblicistica e di terza missione

  • SV ha al suo attivo una importante attività pubblicistica, con oltre 50 articoli firmati su quotidiani nazionali (Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa) tutti orientati a contenuti di Sanità Pubblica e Salute Globale.
  • SV è consulente di trasmissioni televisive nazionali e conduce rubriche periodiche sul corretto uso dei farmaci, su aspetti di prevenzione e trattamento delle patologie umane e sull’organizzazione dei sistemi sanitari.
  • SV è stato più volte invitato a parlare di Salute Globale all’interno di TED TALKS nazionali e internazionali.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su Fellowship Program, Community Award Program e sulle altre novità di BandiGilead.it

Invia

 

     Gilead corporate contributions

 

Per saperne di più