Gilead
bandigilead.it

FAQ

1. Cos'è il Fellowship Program?
Concorso destinato a sostenere l’ideazione e la realizzazione di progetti di natura scientifica o socio-sanitaria, finalizzati a favorire il raggiungimento degli obiettivi di salute pubblica e a migliorare gli esiti della malattia e la qualità di vita dei pazienti affetti da infezione da HIV, epatopatie virali croniche, infezioni fungine invasive, patologie oncologiche e oncoematologiche. Per ognuna di queste aree sono stati identificati specifici settori tematici.

 

2. Quali sono i settori tematici relativi all’area infezione da HIV?

  • Ottimizzazione dei percorsi assistenziali per le persone che vivono con HIV (PLWH), con particolare riferimento a progettualità per il miglioramento del “counseling”, dell’aderenza, della salute mentale e della qualità di vita (anche considerando le popolazioni più fragili, le popolazioni con comorbidità, multi-resistenza e problemi neurologici);
  • Modelli gestionali per le persone che vivono con HIV (PLWH) che considerino, anche nell’attuale contesto pandemico COVID-19, la riorganizzazione dei percorsi ospedale-territorio, con particolare riguardo a progetti per ottimizzare il follow-up digitale e/o l’impiego della telemedicina;
  • Progettualità di Public Health e/o prevenzione, anche territoriali e nel setting del pronto soccorso, mirate a facilitare le attività di HIV Testing e linkage to care (LTC), a favorire l’emersione del “sommerso” e a contrastare il fenomeno delle diagnosi tardive.

 

3. Quali sono i settori tematici relativi all’area epatopatie virali croniche?

  • Progetti di screening e diagnosi di epatite Delta: ottimizzazione dei percorsi di diagnosi e gestione clinica dei pazienti;
  • Qualità di vita del paziente affetto da infezione da HDV

 

4. Quali sono i settori tematici relativi all’area infezioni fungine invasive?

  • Modelli di AntiFungal Stewardship (AFS) per migliorare e/o ottimizzare il percorso di diagnosi, gestione clinica e/o outcome clinico delle Invasive Fungal Infections (IFI) con particolare riguardo agli indicatori di risultato nel setting ematologico o in quello delle terapie intensive.

 

5. Quali sono i settori tematici relativi all’area patologie oncologiche?
Progetti relativi a screening, percorsi diagnostico-terapeutici, counseling e unmet need dei pazienti affetti da carcinoma mammario HER2-negativo (TNBC & HR+/HER2-) o da carcinoma uroteliale, con particolare riferimento a:

  • Ottimizzazione dei percorsi diagnostici e di gestione clinica del paziente (anche tramite utilizzo di strumenti digitali e telemedicina);
  • Qualità di vita dei pazienti con malattia avanzata e i bisogni dei caregiver;
  • Caratterizzazione molecolare.

 

6. Quali sono i settori tematici relativi all’area patologie oncoematologiche?
Progetti relativi alle patologie per le quali sono indicate le terapie CAR-T: Linfoma Diffuso a Grandi Cellule B (DLBCL), Linfoma Primitivo del Mediastino (PMBCL), Linfoma Mantellare (MCL), Leucemia Linfoblastica Acuta dell’Adulto (aALL), Linfoma Follicolare (FL), con particolare riferimento a:

  • Epidemiologia e caratterizzazione delle sottopopolazioni di pazienti affetti dalle patologie di cui sopra, inclusa l’identificazione di markers prognostici e predittivi;
  • Diagnostica e gestione clinica del paziente;
  • La qualità di vita e i bisogni dei pazienti e dei loro caregiver;
  • Modelli e percorsi gestionali dei pazienti affetti dalle patologie su citate, con particolare riferimento al referral presso i centri qualificati per l’erogazione delle terapie CAR-T.

 

7. Qual è il premio erogato ai progetti vincitori?
È istituita per ogni area di interesse una sola classe di premio pari a 30.000 €

Il premio non potrà superare il 33% dei ricavi dell’Ente partecipante così come risultante dall’ultimo bilancio approvato e depositato o dall’ultimo rendiconto approvato.

 

8. Premio speciale “Mauro Moroni”
Un premio di 5.000 euro è previsto per i 5 migliori progetti valutati in base alla loro valenza sociale e all’individuazione e descrizione delle modalità di gestione delle possibili criticità etiche. Tali aspetti dovranno essere illustrati nella scheda sulle Ethical Issues la cui compilazione è obbligatoria come precisato all’Art. 5. I 5 migliori progetti verranno selezionati tra quelli risultati vincitori nelle aree di interesse del Bando (infezione da HIV, epatopatie virali croniche, infezioni fungine invasive, patologie oncologiche, patologie oncoematologiche).

 

9. Premio speciale “Coinvolgimento attivo del paziente
Un ulteriore Premio di 5.000 euro per ciascuna area di interesse è previsto per quei progetti il cui disegno e la cui conduzione prevedano un pieno e attivo coinvolgimento del paziente. I 5 migliori progetti verranno selezionati tra quelli risultati vincitori nelle 5 aree di interesse del Bando (infezione da HIV, epatopatie virali croniche, infezioni fungine invasive, patologie oncologiche, patologie oncoematologiche). Il Premio è riservato esclusivamente all’Ente proponente, e non al Responsabile Progetto o ai pazienti coinvolti. Il Premio di 5.000 euro si sommerà al premio già conseguito.

 

10. Chi può partecipare?
Possono partecipare al Concorso ricercatori appartenenti a:

  • Istituzioni pubbliche e private operanti nei campi della ricerca scientifica o nella cura della salute;
  • Associazioni e Fondazioni di ricerca pubbliche e private, impegnate nelle aree di interesse del presente Bando aventi come unico scopo la ricerca scientifica ed effettivamente operanti in tale attività;
  • È esclusa la partecipazione di associazioni composte prevalentemente da pazienti e la partecipazione di persone fisiche singole;
  • È inoltre esclusa la partecipazione al concorso da parte di un Ricercatore che abbia vinto in edizioni precedenti del concorso senza concludere il progetto premiato nei tempi e/o nei modi stabiliti dalla Convenzione sottoscritta con Gilead.

 

11. Come presentare il progetto?
La partecipazione al Concorso dovrà avvenire esclusivamente attraverso la compilazione del Modulo di Presentazione del progetto accessibile dal sito web dedicato (www.itfellowshipprogram.it), con le modalità precisate nel sito stesso. La partecipazione, con la relativa compilazione del Modulo, sarà possibile a partire dalle h. 9.00 del giorno 14 febbraio 2023 e fino - e non oltre - alle h. 12.00 del giorno 14 aprile 2023.

 

12. Quale lunghezza deve avere il progetto presentato?
All’interno del Modulo di Presentazione sono indicate di volta in volta le modalità con cui inserire le informazioni richieste, incluso il numero massimo di caratteri utilizzabili per la compilazione.

 

13. In quale lingua deve essere compilato il Modulo di Presentazione progetto?
La lingua dev’essere l’italiano. È però accettata anche la lingua inglese.

 

14. Entro quando è possibile presentare il progetto?
La partecipazione, con la relativa compilazione del Modulo, sarà possibile a partire dalle h. 9.00 del giorno 14 febbraio 2023 e fino - e non oltre - alle h. 12.00 del giorno 14 aprile 2023.

I Commissari delle cinque aree di interesse del Bando (infezioni da HIV, epatopatie virali croniche, infezioni fungine invasive, patologie oncologiche e oncoematologiche), valutata la pertinenza del progetto con una delle aree e dei settori tematici e l’idoneità dell’Ente e del Responsabile Progetto a realizzare il progetto, procederanno alla valutazione considerando principalmente i seguenti criteri:

  1. Razionale del progetto;
  2. Originalità e innovatività del progetto;
  3. Fattibilità del progetto rispetto a obiettivi e budget richiesto;
  4. Presumibili ricadute positive sugli esiti della malattia e sulla qualità di vita dei pazienti o contributo al raggiungimento degli obiettivi di salute;

Il Commissario per la valutazione etico-sociale procederà alla valutazione dei progetti in base ai seguenti due criteri:

  1. Valenza sociale del progetto;
  2. Gestione delle criticità etiche.

La valutazione della gestione delle criticità etiche da parte del Commissario per la valutazione etico-sociale sarà da considerare propedeutica alla valutazione da parte della Commissione Giudicatrice; i progetti che otterranno un punteggio pari a zero sul tema dell’etica non avranno la possibilità di accedere alla valutazione finale. L’insufficienza anche in uno solo dei 6 criteri indicati all’Art.7 decreterà l’esclusione del progetto dal concorso.

 

15. Come sarà reso noto l’elenco dei vincitori?
L’elenco dei progetti vincitori sarà pubblicato sul sito web www.bandigilead.it entro il giorno 10 luglio 2023. Nei 10 giorni lavorativi successivi a tale data, sarà comunicato per posta elettronica certificata l’ammontare del premio assegnato all’Ente partecipante, al Responsabile Progetto e al referente indicato nel Modulo di Presentazione.

 

16. Come sarà reso noto l’elenco dei vincitori?
Il premio sarà erogato all’Ente vincitore tramite stipula di Convenzione tra Gilead, l’Ente partecipante e il Responsabile Progetto. La Convenzione è scaricabile dal sito web (www.bandigilead.it), ne verrà presa conoscenza e dovrà essere accettata integralmente da parte del Responsabile Progetto all'atto della compilazione del Modulo di Presentazione per la partecipazione al Bando.

L'accettazione integrale del testo della Convenzione comporta che non saranno ammesse modifiche a tale testo una volta assegnato il premio. Se, una volta assegnato il premio, il testo della Convenzione non potesse essere accettato integralmente dall'Ente vincitore o dal Responsabile Progetto, il premio non verrà erogato.

Nel caso in cui si rendano applicabili le norme sul pubblico impiego, la Convenzione e l’erogazione del premio saranno subordinate all’ottenimento delle autorizzazioni eventualmente necessarie.
La mancata sottoscrizione della Convenzione da parte dell’Ente e del Responsabile Progetto entro il giorno 8 settembre 2023 equivarrà a rinuncia al premio.
È riservata all’Ente la facoltà di designare, sotto la propria esclusiva responsabilità, prima della sottoscrizione della Convenzione o nel corso della sua esecuzione, un diverso Responsabile Progetto previa comunicazione a Gilead.

1. Cos'è il Community Award?
Concorso per l’ideazione e l’effettiva realizzazione di progetti per interventi originali, di utilità diffusa e finalizzati a migliorare la qualità di vita e l’assistenza terapeutica di pazienti affetti da HIV, epatiti virali, patologie oncologiche ed oncoematologiche.

 

2. Quali tematiche devono essere sviluppate nei progetti presentati?

  • Prevenzione e consapevolezza dei comportamenti a rischio nella popolazione generale e in gruppi di popolazione più vulnerabili (ad es. tossicodipendenti, migranti e detenuti);
  • Modelli di accesso precoce ai test diagnostici (HIV, HBV, HCV, HDV e MST) e accesso alle cure (ad es. check points);
  • Miglioramento della qualità di vita della persona che vive con HIV: esigenze insoddisfatte;
  • Servizi di educazione, formazione e supporto rivolti al paziente e/o a chi se ne prende cura (familiari, associazioni, operatori sanitari, mediatori culturali in sanità);
  • Supporto e comunicazione al paziente oncologico (accoglienza, informazione e accompagnamento alla diagnosi e alla terapia);
  • Supporto e comunicazione al paziente con infezioni virali (accoglienza, informazione e accompagnamento alla diagnosi e alla terapia);
  • Miglioramento della qualità di vita per pazienti affette da carcinoma mammario o da patologie oncoematologiche (ad es. corsi per migliorare la propria immagine, supporto psiconcologico alle pazienti e loro famiglie, supporto nutrizionale per migliorare la propria alimentazione al fine di contrastare gli eventi avversi derivanti dai trattamenti sistemici).

 

3. Qual è il contributo erogato ai progetti vincitori?
I premi erogati per anno solare e per ciascuna associazione avranno un valore tra 5.000 euro e 50.000 euro.

 

4. Chi può partecipare?
Possono partecipare al concorso esclusivamente Associazioni di pazienti, Federazioni, Fondazioni e Associazioni di Cittadini e, in generale, enti del terzo settore (di seguito “Enti”), aventi per scopo statutario ed effettiva attività prevalente la tutela dei pazienti affetti da HIV, epatiti virali, patologie oncologiche e oncoematologiche, che siano senza finalità di lucro e che siano state costituite in data anteriore al 1 gennaio 2022 o il cui assetto associativo ne comprovi un alto livello di esperienza nell’area del supporto al paziente.

È esclusa la partecipazione al concorso da parte di un Ente che abbia vinto edizioni precedenti del concorso senza concludere il progetto premiato nei tempi e/o nei modi stabiliti dalla Convenzione sottoscritta con Gilead.

 

5. Come presentare il progetto?
La partecipazione al Concorso dovrà avvenire esclusivamente attraverso la compilazione del Modulo di Presentazione del progetto accessibile dal sito web dedicato (www.itfellowshipprogram.it), con le modalità precisate nel sito stesso. La partecipazione con la relativa compilazione del Modulo sarà possibile a partire dalle h. 9.00 del giorno 14 febbraio 2023 fino - e non oltre - alle h. 12.00 del giorno 14 aprile 2023.
Il Modulo di Presentazione del progetto dovrà contenere, pena l’esclusione del progetto stesso dal concorso, tutte le informazioni richieste.

 

6. Quale lunghezza deve avere il progetto presentato?
All’interno del Modulo di Presentazione sono indicate di volta in volta le modalità con cui inserire le informazioni richieste, incluso il numero massimo di caratteri utilizzabili per la compilazione.

 

7. In quale lingua deve essere compilato il Modulo di presentazione progetto?
La lingua dev’essere l’italiano. E’ però accettata anche la lingua inglese.

 

8. Entro quando è possibile presentare il progetto di ricerca?
La partecipazione con la relativa compilazione del Modulo sarà possibile a partire dalle h. 9.00 del giorno 14 febbraio 2023 fino - e non oltre - alle h. 12.00 del giorno 14 aprile 2023.

 

9. In che modo sarà valutato il progetto?
La Commissione, valutata la pertinenza del progetto ad una delle tematiche di cui al presente Bando di concorso e l’idoneità dell’Ente a realizzare effettivamente il progetto, procederà alla valutazione considerando principalmente i seguenti criteri e assegnando un punteggio per ognuno di essi:

  1. Contenuto;
  2. Obiettivi e fattibilità;
  3. Originalità e innovatività del tema oggetto del progetto;
  4. Esperienza del proponente nell’ambito tematico del progetto;
  5. Creazione di network e/o partnership di collaborazione che prevedano una condivisione delle best practice;
  6. Valenza dell’impatto sociale ed eticità del progetto.

 

10. Come sarà reso noto l’elenco dei vincitori?
L’elenco dei progetti vincitori sarà pubblicato sul sito web www.bandigilead.it entro il 10 luglio 2023. Nei 10 giorni lavorativi successivi a tale data, sarà comunicato per posta elettronica certificata l’ammontare del premio assegnato all’Ente partecipante, al Responsabile Progetto e al referente indicato nel Modulo di Presentazione.

 

11. In caso di assegnazione del premio, come questo sarà erogato
Il premio sarà erogato all’Ente vincitore in base ad una convenzione da stipularsi tra Gilead, l’Ente e il Responsabile progetto.
La Convenzione è scaricabile dal sito web (www.bandigilead.it), ne verrà presa conoscenza e dovrà essere accettata integralmente all'atto della compilazione del Modulo di Presentazione da parte del Responsabile Progetto. L'accettazione integrale del testo della Convenzione comporta che non saranno ammesse modifiche a tale testo una volta assegnato il premio. Se, una volta assegnato il premio, il testo della Convenzione non potesse essere accettato integralmente dall'Ente vincitore o dal Responsabile Progetto, il premio non verrà erogato.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su Fellowship Program, Community Award Program e sulle altre novità di BandiGilead.it

Invia

 

     Gilead corporate contributions

 

Per saperne di più